TENSIONI NELLA MISSIONE DI DON ACHILLE BOCCI

Pastori del nord distruggono i raccolti

Don Achille Bocci ha inviato una registrazione audio invitando gli amici alla preghiera per la situazione in cui vive la missione di Djodo Gassa, nella diocesi di Pala, in Ciad dove lavora con i saveriani. «Da giorni sono frequentissimi gli scontri tra i pastori pell del nord e la gente della mia parrocchia.  Succede questo», racconta don Achille: «I pell si spostano con le loro grandi mandrie dal nord, loro luogo abituale di pascolo, perché la stagione secca ha già bruciato tutto e arrivano fino a sud dove siamo noi. Qui invadono le terre dei contadini, che devono ancora fare il raccolto, quindi devastano intere piantagioni  compromettendo la vita di questa gente, miei parrocchiani. Ne scaturiscono violentissimi scontri», continua don Achille, «che hanno già provocato -solo nella mia parrocchia- una ventina di morti e decine di feriti. L’esercito è schierato ma, essendo in molta parte costituito da militari del nord, della stessa etnia degli occupanti, non risulta essere molto efficace. Dovevo andare oggi (venerdì 27 novembre, nrd) in una comunità ma mi hanno avvertito che ieri sera sono stati attaccati: case bruciate, saccheggiato tutto, la gente si è dileguata nella brousse in cerca di rifugio, alcuni sono partiti per Pala, la capitale della regione, per mettersi al sicuro. E pensare, conclude don Achille,  «che in questi giorni dovevamo celebrare la giornata della coabitazione pacifica tra etnie, e invece stiamo assistendo all’ennesimo conflitto etnico…»

 

Search