Giornata della Ripartenza e Veglia dell'Invio

Domenica 21 ottobre 2018

GIORNATA DELLA RIPARTENZA. VEGLIA DELL’INVIO

Si è tenuta domenica 21 ottobre 2018 la Giornata della Ripartenza nella quale la diocesi ha anche celebrato la Giornata Missionaria Mondiale e la Veglia dell’Invio. Il Centro Missionario ha presentato nella basilica di Santa Anastasia, dove si ritrovavano i delegati dei consigli pastorali e i rappresentanti delle Unità Pastorali, il lavoro di ricerca “Verso una conversione missionaria della pastorale: il contributo dei missionari veronesi alle Unità pastorali”. Si tratta di un lavoro di riflessione che ha visto protagonisti i missionari in missione, i fidei donum e i missionari che sono rientrati e che oggi lavorano nel territorio diocesano. Assieme all’opuscolo è stato proiettato il video dallo stesso titolo che è parte integrante del lavoro. Video e opuscolo si trovano al Centro Missionario Dioceano o si possono scaricare dal sito del Centro: www.cmdverona.it. La giornata è proseguita in cattedrale con la Veglia missionaria  dal tema “Maestro, dove dimori?”, l’atto conclusivo di una giornata intensa dove la presentazione del lavoro sulle Unità Pastorali ha avuto grande rilevanza. Infatti durante la Veglia sono stati “inviati” anche i coordinatori delle costituende Unità Pastorali della diocesi. Il vescovo mons. Zenti ha ricordato l’importanza della dimensione ad gentes per il cammino della diocesi anche in vista del riordino pastorale della chiesa di San Zeno. Il vescovo ha inviato in missione, consegnando il crocifisso missionario, don Andrea Mattuzzi, prete della diocesi di Verona che andrà in Guinea Bissau, il comboniano p. Massimo Robol che andrà in missione in Mozambico, Alice Vianello e Cristian Carlo Scola di Montorio che partiranno tra pochi giorni per il Sud Sudan, ospedale di Lui, a 160 km dalla capitale Juba. Alice è medico e con il CUAMM andrà a svolgere il programma previsto per i medici Specializzandi nell’ospedale dove già lavora un’altra coppia di veronesi: Gelmino Tosi e Daniela Brunelli. Mons. Zenti ha consegnato il crocifisso della missione anche a  don Giuseppe Pizzoli che è stato nominato direttore dell’Ufficio Nazionale per la Cooperazione tra le chiese  della Conferenza Episcopale Itlaiana. Don Giuseppe, per assumere questo delicato incarico nella chiesa italiana,  rientra dalla Guinea Bissau dov’è attualmente missionario. E poi la tradizionale passerella dei missionari di lunga data che, trovandosi in queste settimane a Verona per vari motivi,  si sono presentati davanti al vescovo per essere riconfermati sulle strade del mondo.  

Paolo Annechini

 

        

Search