Il potere nella chiesa: quale profezia? Featured

 

 

Nel novembre del 1988 don Vincenzo Zambello, in procinto di ripartire missionario per il Brasile, in una lettera al Cardinale Carlo Maria Martini scriveva: “Nel suo libretto Itinerari Educativi lei pone la Bibbia come fondamentale itinerario educativo. A me sembra invece che sia l’uomo, la sua coscienza, il suo dialogo con l’altro, fondamentale itinerario educativo.” La risposta di Martini fu: “Cristo, che è la via al Padre, è anche la via all’uomo. È dunque la parola di Dio incarnata che ci fa cogliere fino in fondo il valore e la dignità di ogni uomo.” Questo scambio epistolare è riportato nel libro “Il potere nella Chiesa: quale profezia?”, scritto da don Zambello trent’anni più tardi per i tipi della Gabrielli Editore, e nonostante sia collocato verso la fine del testo, ne rappresenta l’idea guida, la suggestione che non ha mai abbandonato l’autore e lo ha portato all’impegno della scrittura. Don Vincenzo si è formato come prete e come uomo accanto agli ultimi, i diseredati, gli scartati, e ha umilmente tentato di farlo seguendo la testimonianza di Cristo. Dopo tanto cammino oggi si chiede quale sia il ruolo della Chiesa in un mondo diviso, ingiusto, mosso da valori opposti a quelli proposti dal Vangelo. Egli ripercorre le parabole in cui ritrova i poveri, i crocifissi che ha conosciuto in Brasile e che vivono nelle zone depresse del pianeta, e sente forte l’urgenza di una nuova profezia. Avverte il bisogno di un cambiamento radicale, di vedere re-incarnato il Vangelo. Dove sta la forza del messaggio cristiano? Nella croce, lo strumento che nel nome di Cristo manifesta insieme fragilità ed energia, minoranza e potere. “Il potere come servizio, come donazione, come profezia.” Sarà in grado la Chiesa “di essere forte perché libera e povera?” Altri due contributi arricchiscono e completano il testo, e provengono da Sergio Tanzarella, professore di Storia del Cristianesimo, e da un altro grande missionario, Padre Alex Zanotelli. Portano riflessioni che aiutano ad interpretare i segni del nostro tempo, raccontano fatti comprovati e misconosciuti, propongono una visione nuova dell’essere cristiani. E i contorni del cambiamento si fanno più definiti. Tanti aspetti di un unico grande tema, sul quale Gesù ha predicato con disarmante chiarezza: “Non potete servire Dio e il denaro”. Il libro è introdotto dalla prefazione di Luigi Bettazzi, Vescovo emerito di Ivrea e Padre Conciliare.

Emanuela Rizzotto

Joomla Templates by Joomla51.com

Il sito di CMD VERONA utilizza i cookie tecnici per migliorare la navigabilità del sito. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra Cookie Policy.

Accetto i cookies da queto sito.